8tto val bene una festa

Quand’è che si può affermare con certezza che una festa è ben riuscita?

Io ricordo benissimo la mia festa dei 19 anni, a casa mia. Lorenzo di Firenze faceva il DJ di professione e aveva portato le casse con cui di solito lavorava. La musica era così alta che si sentiva fino in fondo alla strada, e vi assicuro che era una strada moooolto lunga. La musica era così alta che il lampadario Venini sopra le nostre teste, orgoglioso bottino di un’accesissima e combattuta asta in cui i miei genitori per una volta avevano avuto la meglio, si è sbriciolato a causa delle vibrazioni. Stacca la spina. Accendi le luci. Tutti a casa. Era solo mezzanotte ma quella è stata una festa decisamente riuscita.

Mercoledì sera c’era tutto quello di cui sopra e molto altro. La Libreria Colibrì, che ci ospitava, è così calda e accogliente da farti sentire subito a casa. Cristiano Callegari era il nostro diggèi, in grado di muovere aneddoti ed emozioni come solo un esperto direttore d’orchestra sa fare. La sala era piena – molti non sono nemmeno riusciti a entrare – la musica non c’era ma le vibrazioni e l’energia positiva con cui ci avete inondato hanno sbriciolato le nostre ultime paure. Certo, perché aprire una casa editrice non è una cosa che si fa senza avere paura. O dei dubbi. Senza pensare ma chi me l’ha fatto fare. Ecco, mercoledì sera non c’è stato spazio per niente di tutto questo. E dobbiamo ringraziare soprattutto voi. Tutti quelli che sono venuti, hanno ascoltato con interesse la nostra storia e soprattutto hanno comprato i libri guadagnandosi anche un free-drink.

Siamo felici e orgogliose di avere già la nostra piccola fetta di lettori, preparati attenti e curiosi. Lettori che ci somigliano. È quello che ogni casa editrice appena nata sogna, quello per cui abbiamo deciso di intraprendere questo viaggio. Noi ci abbiamo messo passione, impegno, divertimento e anche qualche goccia di sudore ma siamo state ampiamente ripagate.

Mercoledì ci siamo raccontate: abbiamo parlato degli inizi, a Londra, quando come rabdomanti cercavamo quello che sarebbe diventato il nostro primo libro e lo abbiamo trovato grazie a una libraia appassionata; abbiamo ricordato la nostra tenacia nel difendere la copertina di Talk!, convinte che fosse importantissimo mantenere un’identità non soltanto tematica ma anche visiva; abbiamo giocato al se fosse; vi abbiamo presentato Marsha, Vinnie ed Emily; abbiamo letto per voi.

Ci siamo sentite sostenute e comprese; è stata una bella botta di adrenalina e adesso non ne possiamo più fare a meno. Per questo torneremo già in pista il 16 novembre in occasione di Bookcity 2019. Molto presto vi daremo tutti i dettagli, voi intanto tenete d’occhio la sezione 8 passi.

Intanto vi ricordiamo che troverete Talk! e Da dove entra la luce in libreria a partire dal 5 novembre. Non vediamo l’ora di sapere cosa ne pensate.

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *